QuiOlgiate Comasco

Infarto alla guida, si accosta e muore

Si tratta di un uomo di 78 anni di Olgiate Comasco

Immagini di repertorio

Ha avuto un malore, probabilmente un infarto, mentre era al volante della sua auto a Olgiate Comasco. Ha accostato e poi si è accasciato. E' morto così un uomo di 78 anni di Olgiate Comasco, deceduto nella serata di venerdì 2 febbraio 2018 in via Milano, all'altezza del civico 81, a Olgiate. 
Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo stava guidando quando si è sentito male. Si sarebbe accorto di quello che gli stava accadendo e ha avuto la freddezza e la prontezza di accostare la vettura a lato della strada per poi accasciarsi sul volante. Per lui non c'è stato niente da fare. I soccorsi sono stati allertati intorno alle 19: sul posto sono arrivate ambulanza e automedica, oltre ai carabinieri di Como per ricostruire quanto accaduto. Ma è stato tutto inutile, il malore gli è stato fatale.

Un episodio analogo era successo solo pochi giorni prima, il 31 gennaio, a Villa Guardia: a perdere la vita Luigi Terzi, 58 anni. Anche in quel caso l'uomo si era sentito male mentre guidava ed era andato a sbattere contro un palo. Per lui purtroppo non c'è stato nulla da fare. 

Potrebbe interessarti

  • Attenzione agli ingredienti: ecco le 4 sostanze chimiche presenti nelle creme solari pericolose per la salute

  • Mercato immobiliare del Lago di Como: è Cernobbio il paese più richiesto

  • Rimedi post sbornia

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • I 10 eventi da non perdere in questo lungo weekend di Ferragosto a Como e al lago

  • Uomo in strada minaccia di spararsi: panico a Monte Olimpino, un carabiniere ferito

  • Ragazza delle pizze rapinata e molestata a Como: "Ho temuto di essere violentata"

  • Muore a causa della puntura di una vespa in Alta Valle Intelvi

  • Ha incendiato l'autolavaggio perché non riusciva a farlo funzionare: arrestato 45enne di Luisago

  • Incidente in autostrada tra Fino e Lomazzo: 6 feriti

Torna su
QuiComo è in caricamento